Perché anniKa

 

Partiamo dall’inizio.
Intorno ai trent’anni, un’amica, aveva cominciato a chiamarmi Annika, un’alternativa al mio nome Annalisa.

Era la prima volta che qualcuno mi dava un nuovo nome che non fosse l’abbreviazione del mio e, nonostante mi piacesse molto e lo sentissi mio, non ho mai avuto il coraggio di adottarlo fino in fondo e presentarmi alle nuove conoscenze come Annika.
Ma Annika, inconsciamente, si era accasato nel mio cuore.

Durante gli anni successivi, quando il primo figlio Filippo era in età da video, mi sono procurata gli episodi della mia serie televisiva preferita da bambina: PIPPICALZELUNGHE. Una divertentissima eroina formato bambina piena di sorprese anche un pò magiche, che mi aveva conquistata completamente. Pippi aveva un’amica che si chiamava Annika…

Annika è un nome di origine scandinava ed io provo una segreta attrazione per le terre del nord Europa, che ahimè, non ho ancora visitato. Così buie d’inverno e così luminose d’estate, così fredde e così desolate.  Sono estreme e sconosciute come i sentimenti che si scatenerebbero nel trovarmi in quelle condizioni, capacità di adattamento inclusa.
Mi piace sperimentare e spingermi fino al mio possibile.

Passano gli anni e quando si tratta di dare il nome al mio brand, ripesco dal passato, senza neanche rifletterci troppo, il nome perfetto per me: anniKa!
Annika Creations, punto.

Oggi per alcune amiche sono Annika, per le più intime Anni.
Ciò è buono! Mi piace!

Segui il blog

Get the latest posts delivered to your mailbox: